Tabaccherie vendesi ...consigli utili all'acquisto


Iniziando una ricerca on line sulle attività in vendita, su un qualsiasi motore di ricerca di annunci, puoi notare quante c'è ne sono, che ogni giorno inseriscono l'annuncio, grande o piccola che sia la città. Quello che mi ha sorpreso e la possibilità di poter scegliere anche quale tabaccheria comprare, ma come mai cosi tante le cessioni di Tabaccherie. Forse 20 anni fa era impossibile trovare in vendita una tabaccheria in vendita, oggi forse si apre un ricambio generazionale.



Consigli  su come meglio acquistare una tabaccheria:

Quando si compra una tabaccheria bisogna avere ben presenti l’insieme dei costi che l’operazione comporta e conteggiarli adeguatamente.

1) Il prezzo dell'attività, da pagarsi alla parte venditrice.

2) La novennale. La novennale è una tassa aggiuntiva che si paga allo Stato (una volta ogni 9 anni) per la “concessione” del privilegio di diventare tabaccai; e per il diritto di esclusiva alla vendita di generi di Monopolio in un’area stabilita di 250 metri circa attorno al locale della tabaccheria.

La novennale viene calcolata nel 50% degli aggi delle voci "tabacchi e lotto" incassati dal tabaccaio nell’anno precedente alla vendita, e conteggiabili dal bilancio.

3) Il notaio. Le spese del “rogito notarile” comprendono sia il 3% dell’imposta di registro da pagare allo Stato (che poi il Notaio girerà allo Stato), sia la vera e propria parcella per il lavoro professionale del Notaio che, pur variando da Notaio a Notaio, si aggira all'incirca tra € 1.500 e € 2.000.

4) Le scorte di magazzino lasciate nel locale dalla parte venditrice, che servono alla parte acquirente per “iniziare a lavorare”. Mediamente il livello delle scorte può essere pari alla vendita dei prodotti di Monopolio per un paio di settimane.

Più alcuni vecchi acquisti rimasti nel magazzino del Tabaccaio, che andranno conteggiati al loro prezzo d'acquisto.

5) Piccole spese aggiuntive proprie di tutta le burocrazia necessarie per il subentro: le polizze fideiussorie per la gestione dei vari servizi di Monopolio offerti alla clientela, il subentro nell'erogazione delle utenze e nel contratto d'affitto con le mensilità di caparra, ecc..., quantificabile all'incirca tra € 2.000 e € 2.500.

6) Il corso di abilitazione e formazione. E’ ora diventato obbligatorio per il nuovo tabaccaio frequentare un corso di abilitazione e formazione professionale tenuto da funzionari del Monopolio della durata di circa 3 giorni. Il costo del corso è nell’ordine dei 600 / 700 euro. Tale corso dovrà essere frequentato anche dai coadiutori familiari, se ci si avvarrà del loro aiuto lavorativo.